Modello RLI per la registrazione di un contratto di affitto: cos’è e come si compila

contratto non registrato
Cosa succede se non registri un contratto di affitto?
11/10/2018
Contratto di locazione immobiliare
Diritti e doveri in un contratto di locazione immobiliare
25/10/2018
Modello RLI per la registrazione di un contratto di affitto
Modello RLI per la registrazione di un contratto di affitto

Da settembre del 2017 è in vigore il modello RLI per la registrazione, proroga, rinnovo e risoluzione dei contratti di affitto, nonché per l’opzione della cedolare secca; il modello è scaricabile sul sito dell’agenzia delle entrate ed è un documento fondamentale per la regolarità del contratto.

Cos’è questo modello e perché è entrato vigore?

Il nuovo modello è diviso per settori, ognuno dei quali deve essere correttamente compilato prima dell’invio per evitare che la registrazione non vada a buon fine. Vediamo di quali sezioni si compone:

  1. Dati generali per la registrazione del contratto o altri adempimenti successivi;
  2. Dati dei soggetti (proprietario e inquilino/i);
  3. Dati dell’immobile oggetto della locazione;
  4. Dati relativi alla tipologia di locazione se tradizionale o a cedolare secca;
  5. Spazio riservato al canone, se uguale per tutte le annualità o se cambia di anno in anno.

Oltre al modello RLI prima della registrazione di un contratto di locazione è necessario allegare altri documenti, quali:

  • dati catastali recuperabili dalle visure, obbligatori dal 2010;
  • la planimetria catastale;
  • l’APE ovvero la prestazione energetica, obbligatoria dal 2015 per la compravendita e anche per la locazione;

Come fare la registrazione?

Le possibilità sono due:

  •  recarsi personalmente all’ufficio delle entrate
  •  in via telematica.

In entrambi i casi, bisogna compilare correttamente il modello RLI (sia che si tratti di una prima registrazione, che altri adempimenti), portare con sé due copie del contratto di affitto in originale con almeno 2 marche da bollo di 16 € (una ogni 4 fogli), la ricevuta delle imposte pagate (mod F24).

Prima di andare all’ufficio delle entrate o di avventurarti per la registrazione telematica, ricordati di controllare bene il tuo contratto, soprattutto se i documenti richiesti sono tutti compilati nella giusta maniera.

Eviterai lunghe file, senza risultato.

Risultato sicuro? Rivolgiti a noi

Vuoi un servizio sicuroe senza spreco di tempo? Allora rivolgiti a noi.

Con Registracomodo, il tuo contratto di affitto verrà registrato in breve tempo e senza rischio di errori. Non solo procediamo alla registrazione, ma ti offriamo anche un servizio di valutazione preliminare, per essere sicuri della validità dello stesso.

Cosa aspetti? Contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.